Ogni estate, da 55 anni, il piccolo villaggio serbo di Guča ospita il più grande festival di musica etnica del mondo. Per 6 giorni, 200 orchestri trumpecari e più di 1200 musicisti si avvicendano sul palco e per le strade per aggiudicarsi il titolo del migliore suonatore di tromba. Guča con il tempo è diventata anche il festival di artisti di strada, pittori, scultori, cantanti, danzatori e giostrai. Per questo ogni anno attira più di 500.000 visitatori dal tutto il mondo, che trovano posto nei pochi alberghi disponibili nella zona o affittando piazzole nei giardini degli autoctoni. Una vera e propria invasione, chiassosa e colorata, si riversa per le vie del paese, dove tutti si fanno trascinare dai ritmi tradizionali e dalle melodie, danzando ininterrottamente dalle prime ore del mattino fino a notte inoltrata, seguendo l’istinto per la musica e per la cultura.

Un festival che è al contempo un inno alla musica, alla libertà e alla propria cultura, dove ritrovare le proprie radici e perdersi in un labirinto di odori, gusti, suoni ed energia.