Itinerari Metropolitani – Fonte Laurentina

“Oggi le periferie sono una realtà molto complessa. Ci sono diversi tipi di quartieri. Alcuni molto ricchi ed eleganti, anche lontano dal centro. In quella che una volta era la periferia si infiltra la città e l’opposizione non è più geografica, ma sociale”.
Marc Augé

Gli itinerari metropolitani sono un percorso di scoperta e indagine visiva attraverso alcuni quartieri romani.  Oggi, la classica dicotomia centro-periferia, non è più sufficiente per comprendere la complessità urbanistica di una città come Roma ed è proprio nelle periferie che va emergendo la nuova identità di molte metropoli, sempre meno condensate nel centro ma estese in aree più vaste e ben al di fuori dell’anello ferroviario, con caratteristiche e politiche abitative e sociali definite e spesso controverse.

Fonte Laurentina sorge sul lato est di via Laurentina, subito fuori il Grande Raccordo Anulare, nel territorio della tenuta di Tor Pagnotta, territorio diviso in due dal Grande Raccordo Anulare. La tenuta fu proprietà dei Torlonia i quali, ai primi del Novecento, iniziarono a venderla. L’insediamento residenziale è stato costruito con il piano di Zona C6 “Tor Pagnotta”, progettato con le caratteristiche dell’edilizia convenzionata e sovvenzionata, assumendo tutti i requisiti dell’edilizia economica; alla fine del 1999 sono stati realizzati circa 2400 alloggi. Adiacente a Fonte Laurentina è in fase di costruzione il piano Tor Pagnotta 2.

L’itinerario parte da alcuni luoghi emblematici del quartiere, come l’area commerciale sorta sopra la vecchia fonte, il megastore e la chiesa di San Carlo Borromeo, fino ai cantieri ancora in corso delle nuove costruzioni, con una vista che alterna nuovi grattacieli e antenne a parchi e distese verdi ancora incontaminate.